Search

TRA FRANE, SILENZI E MURI DI GOMMA IL PAESE VA A PICCO MA AVREMO IL METANODOTTO PIU SICURO DEL MONDO!

 Lunedì 28 Luglio 2014 il Movimento 5 Stelle di Serramazzoni ha partecipato al tavolo di
confronto, convocato dall'Amministrazione Comunale, unitamente ad associazioni del
territorio e ad alcuni proprietari dei terreni interessati dalla nuova linea di metanodotto.
Assenti gli altri due Consiglieri Comunali di minoranza.
Il Movimento ha contribuito alla discussione presentando un secondo documento (a
seguito di un primo presentato al precedente incontro) nel quale, nuovamente, ha
sottolineato aspetti da approfondire ulteriormente prima di prendere qualsiasi decisione in
merito a questo progetto.
Al tavolo erano presenti anche tre rappresentanti del gruppo SNAM che hanno cercato di
rispondere ai molti interrogativi emersi nel corso del pomeriggio.
Al termine di questo lungo incontro, tuttavia, siamo amareggiati perché ci rendiamo conto
che siamo di fronte ad un percorso autorizzativo che tutela molto il proponente mentre la
maggior parte dei cittadini non sa nemmeno di che cosa stiamo parlando perché
l'Amministrazione deve ancora fare il primo incontro pubblico (sottolineato anche da altri
presenti al tavolo), ma intanto vengono concesse le sale pubbliche (comunali) per
stipulare i rogiti per le servitù di passaggio.
I rappresentanti della SNAM hanno confermato che il tratto di tubo "critico" dal loro punto
di vista è quello posizionato in località Vaglio, mentre il tratto che passa di fianco al paese
di San Dalmazio è SICURO.
Quindi, al termine dell'incontro non possiamo trarre che questa conclusione: sulle frane
costruiamo gli asili (vedi Riccò) dove forse manderemo i nostri bambini, costruiamo i
viadotti dove passano migliaia di auto al giorno, costruiamo le bocciofile e le sale dove si
tiene il Consiglio Comunale e nessuno dice niente..
Invece il tubo del gas sulla frana non va bene; quello che abbiamo, pur essendo
perfettamente funzionante ed in ESERCIZIO, deve essere dismesso e spostato.
Ogni 30 - 40 anni la SNAM decide di spostare la tubazione passando in mezzo a borghi
storici più belli, zone di particolare interesse paesaggistico ed ambientale e i cittadini non
vengono nemmeno informati con un incontro pubblico.
I cittadini verranno informati solo a cose fatte, quando tutto sarà deciso.
Abbiamo chiesto se si poteva installare un sistema di monitoraggio dei movimenti del
fronte di frana, per prevedere con anticipo una eventuale rottura: hanno detto NO! SNAM
interviene solo in emergenza se il tubo si rompe, non sono previste azioni preventive!
Abbiamo chiesto se si poteva passare a mezza costa sulla ROCCIA (anziché su frana
come ora), riducendo di ben 2,5 km il percorso della variante in progetto ed evitando di
sventrare il borgo di Cornazzano - Casa Alfieri: hanno detto di NO! SNAM può passare
solo sui crinali e sulle linee di massima pendenza, come se fosse un dogma
inappellabile...
Abbiamo chiesto se sia possibile dotarsi di un professionista competente per proporre
delle percorsi alternativi: hanno detto che le proposte le può fare solo il soggetto
proponente, che è sempre la SNAM!
Abbiamo denunciato col nostro primo comunicato stampa del 21-05-2014 che la variante
contribuirà a sanare indirettamente una serie di costruzioni che sono state costruite
illegittimamente entro i 27 metri del vincolo di metanodotto: l'Amministrazione ha detto ieri
www.serra5stelle.it
data 29-07-2014
Pag. 1 a 2che di questi abusi non sapeva nulla e che comunque non sarà una sanatoria!
Abbiamo chiesto di fare un censimento di tutte le sorgenti presenti lungo il tracciato e di
caratterizzarle in termini qualitativi e quantitativi (altezze piezometriche, portate, analisi
chimica, ecc.. ) prima di rilasciare autorizzazioni: hanno risposto che delle sorgenti non
bisogna preoccuparsi perché non saranno intaccate.
E così, IN UN PAESE CHE CADE A PEZZI, AVREMO IL METANODOTTO PIU' SICURO
DEL MONDO!

Loading ...

METANODOTTO

Sono già arrivate le risposte di SNAM, ora l’Amministrazione apra un dibattito pubblico prima di decidere.

Dopo il consiglio comunale del 27 giugno scorso (è anche possibile vedere il video integrale della interpellanza depositata il 17 maggio 2014 dal m5s a questo link ), prendiamo atto che sono già arrivate le risposte ufficiali di SNAM (protocollate in Provincia di Modena il 30 giugno 2014) alle domande che il Comune di Serramazzoni ha depositato durante l’ultima seduta della Conferenza dei Servizi (tenutasi il 10 giugno scorso).

A questo punto ci sono tutti gli elementi tecnici per aprire un dibattito pubblico, attraverso una serie di incontri dove i cittadini potranno partecipare, essere informati adeguatamente ed esprimere la propria opinione sul progetto in esame. Confidiamo che il primo di questi incontri informativi venga fissato al più presto visto che già il 3 e il 9 luglio prossimo la SNAM ha invitato presso la saletta Benazzi diversi proprietari a stipulare gli atti notarili per acquisire le servitù di passaggio.

Il M5S rimane convinto che i cittadini si sarebbero dovuti informare subito dopo il deposito del progetto eseguito da SNAM già nel dicembre 2013, certamente prima della apertura dei termini per le osservazioni (febbraio/marzo 2014), accompagnandoli passo passo lungo l’iter autorizzativo e invece non riteniamo corretta questa modalità di informare i cittadini a meno di 30 giorni dalla “possibile approvazione” in Conferenza dei Servizi. In particolare non ci sembra assolutamente corretto, come è stato più volte segnalato, concedere a SNAM una saletta comunale, la Benazzi appunto, per stipulare degli atti di compravendita tra privati, quando ancora il progetto non è stato condiviso pubblicamente ne tantomeno approvato dalla Provincia.

Ora si apra la fase della partecipazione, ci aspettiamo che l’Amministrazione (come già anticipato il 31 maggio scorso) si doti di uno staff tecnico di professionisti in contraddittorio rispetto al proponente ed a disposizione dei cittadini (ad esempio attingendo alle professionalità della Unione dei Comuni del Frignano o della Provincia stessa) al fine di potere valutare in modo oggettivo le risposte di SNAM prima di prendere decisioni.