Search

Hera, nuova richiesta di informazioni

Non molliamo la presa, vogliamo capire cosa Hera intenda fare nel nostro territorio, a parte reclamizzare i suoi servizi. Per avere delle risposte, abbiamo inviato loro una nuova missiva, speriamo in una risposta, stavolta concreta.. Ecco il testo:

 

Alla c.a. Del resp. ufficio raccolta rifiuti.

Buongiorno, desideriamo porre alla vostra cortese attenzione il seguente tema:

Da qualche mese è iniziata la campagna "la montagna fa la differenziata".

Ma al di là degli slogan, nulla sembra essersi mosso. I cassonettidelle raccolte differenziate, a volte traboccano di rifiuti.  Altri nuovi non ne abbiamo visti. Il fenomeno dei rifiuti abbandonati in giro, spesso vicino ai cassonetti stessi, è in aumento.

La messa in rete delle aree ecologiche non si capisce bene a cosa serva, visto che in ogni comune (a parte Montecreto e Polinago) ce n'è  una aperta quasi ogni giorno; sarebbe sufficiente dire che si possono depositare materiali in una qualunque.

Nasce il dubbio che in futuro, si voglia che le aree  ecologiche siano aperte solo a giorni alterni, ma così si incoraggerebbe il fenomeno dei rifiuti ingombranti abbandonati.

Bene invece, per l' iniziativa di raccolta amianto per le utenze domestiche. Ma è veramente possibile conferire senza particolari complicazioni? Se ne trova ancora abbandonato in giro. Dovrebbe essere molto più pubblicizzata. Inoltre ci piacerebbe sapere quali sono le modalità di conferimento.

La raccolta porta a porta invece non è ancora iniziata, e non è chiaro con quali modalità inizierà, mentre lo dovrebbe essere.

Noi crediamo che per migliorare la situazione, non sis sufficiente affidarsi agli slogan o al senso civico dei cittadini. Serve che essi capiscano che i loro scarti non sono materiali destinati all' incenerimento, ma materia prima seconda, una risorsa che può  essere rivenduta perchè ha un valore ed un mercato, con grande beneficio di tutti. Ed è necessario che tale beneficio ricada su tutti, in proporzione alla quota di materiali pronti per il riutilizzo che viene fornita.

Vorremmo porre questa precisa domanda:

Quali sono, applicati praticamente sul territorio, i servizi che pubblicizzate con l'iniziativa "La montagna fa la differenziata?" Cosa avete già realizzato, di tangibile?

Non vorremmo che le vostre logiche siano diventate solo quelle di una multi-utility completamente slegata dal territorio dal quale è nata.

Attendendo una vostra risposta, porgiamo i più cordiali saluti. Precisiamo che la presente lettera e le eventuali risposte, visto che gli argomenti trattati riguardano la collettività, saranno rese pubbliche.

Cordiali saluti.

Movimento 5 stelle Serramazzoni.

Aggiungi commento