Search

Segnalazione da cittadini

20170126 strada su metanodotto per sito 1 page0
20170126 strada su metanodotto per sito 1 page1
20170126 strada su metanodotto per sito 1 page2

20170126 strada su metanodotto per sito 1 page4
20170126 strada su metanodotto per sito 1 page6

CASTA CHE ELEGGE CASTA, IL CONTRARIO DELLA NOSTRA IDEA DI DEMOCRAZIA

Il MoVimento 5 Stelle non parteciperà alle elezioni provinciali
Sabato 17 dicembre sindaci e consiglieri dei Comuni di Modena sono chiamati a votare per il rinnovo degli organi della Provincia di Modena. Si tratta di elezioni di secondo livello previste dalla cosiddetta legge Delrio. Una riforma, quella delle province, che non ci è mai piaciuta, poichè nata monca, priva di coraggio e carente di democrazia, dato che ha “derubato” ai cittadini la possibilità di scegliere i propri consiglieri provinciali.
A scegliere il nuovo consiglio provinciale saranno infatti sindaci e consiglieri di tutti i comuni della provincia, chiamati a votare fra loro stessi: casta che elegge casta.
L'opposto della nostra idea di democrazia.
Il MoVimento 5 Stelle ha rinunciato a candidarsi alle elezioni provinciali e i Portavoce comunali della provincia di Modena, dopo una discussione aperta con i gruppi locali, hanno deciso di non partecipare a queste consultazioni.
Una decisione presa in piena coerenza con la linea politica del MoVimento 5 Stelle, che fin dalla sua nascita ha proposto l'abolizione delle province, in quanto rappresentano un ulteriore “poltronificio” utile a piazzare politici, parenti, e amici.
Abolizione delle province avanzata dal MoVimento 5 Stelle anche in Parlamento con proposta di affidamento ai comuni di maggiori competenze e risorse, anche in termine di personale da riassorbire. Proposta boicottata da tutti i partiti, nessuno escluso.
Oltre a questo, ci preme fare una considerazione anche sull’opportunità di avere, alla guida della Provincia, il primo cittadino di Modena, il quale, evidentemente, ritiene di poter ricoprire, allo stesso tempo, i ruoli di sindaco e di presidente della provincia.
Mentre la casta continua ad auto-eleggersi, il MoVimento 5 Stelle, come sempre, sarà ai banchetti nei vari comuni  in tutta la provincia per ascoltare e dare risposte ai cittadini.
Ricordiamo infine che oltre 19 milioni di italiani che, il 4 dicembre, hanno votato NO, ci hanno detto con forza che non vogliono rinunciare al principio di elezione diretta dei propri rappresentanti.

GRAZIE

Come M5S di Serramazzoni vorremmo ringraziare tutte quelle persone che, anche da Serramazzoni, hanno permesso con il proprio voto la vittoria del NO al referendum del 4 dicembre. 
Si è così scongiurato il pericolo che la nostra Costituzione, che ancora aspetta di essere pienamente attuata nella quotidianità, potesse essere stravolta riducendo il potere del popolo concentrandolo invece nelle mani di una casta autoreferenziale che sempre più dimostra la sua lontananza dalle persone e dalla loro vita.

democraziavince